Regulation

PROTOCOLLO CONDIVISO DI REGOLAMENTAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL COVID – 19 NEL SETTORE DEL TRASPORTO E DELLA LOGISTICA (Ministero delle infrastrutture e Trasporti)

Il  14  marzo   2020   è  stato   adottato   il   Protocollo   di regolamentazione per il contrasto e il contenimento della  diffusione del  virus  COVID  19  negli  ambienti  di  lavoro  (d'ora   in   poi Protocollo), relativo a tutti i settori produttivi e  successivamente in data 20 marzo 2020 il protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del  Covid 19 negli ambienti  di  nel settore dei trasporti e della  logistica. 

Le  presenti  linee  guida stabiliscono le modalità di  informazione  agli  utenti  nonché  le misure organizzative da attuare nelle stazioni, negli aeroporti e nei porti, al fine di consentire il passaggio alla  successiva  fase  del contenimento del contagio,  che  prevede  la  riapertura  scaglionata delle attività industriali, commerciali  e  di  libera  circolazione delle merci e delle persone.

Si premette che la tutela dei passeggeri che ne beneficiano non  è indipendente dall'adozione di altre  misure  di  carattere  generale, definibili quali "misure di sistema".

Si richiamano, di seguito, le principali misure auspicabili:

Misure "di sistema"

L'articolazione  dell'orario  di  lavoro  differenziato  con  ampie finestre di inizio e fine di attività lavorativa è  importante  per modulare la mobilità dei lavoratori e prevenire  conseguentemente  i rischi di aggregazione connesse alla mobilità dei  cittadini. 

Anche la differenziazione e il prolungamento degli orari di apertura  degli uffici, degli esercizi commerciali,  dei  servizi  pubblici  e  delle scuole di ogni ordine e grado  sono,  altresì,  un  utile  possibile approccio preventivo, incoraggiando al tempo stesso forme alternative di mobilità sostenibile. Tale approccio è alla base delle  presenti linee guida. Tali misure vanno modulate in  relazione  alle  esigenze del territorio e al bacino di utenza di riferimento.

La responsabilità  individuale di tutti gli utenti dei  servizi  di trasporto pubblico  rimane  un  punto  essenziale  per  garantire  il distanziamento   sociale,   misure   igieniche,   nonché  prevenire comportamenti che possono  aumentare  il  rischio  di  contagio. 

Una chiara  e  semplice  comunicazione   in   ogni   contesto   (stazioni ferroviarie, metropolitane, aeroporti,  stazioni  autobus,  mezzi  di trasporto, etc.), mediante pannelli ad  informazione  mobile,  è  un punto essenziale per comunicare le necessarie regole  comportamentali nell'utilizzo dei mezzi di trasporto.

Misure di carattere generale

Si  richiama,  altresì,   il   rispetto   delle   sotto   elencate disposizioni, valide per tutte le modalità di trasporto:

La sanificazione e l'igienizzazione dei locali,  dei  mezzi  di trasporto e dei mezzi  di  lavoro  deve  riguardare  tutte  le  parti frequentate da  viaggiatori  e/o  lavoratori  ed  effettuata  con  le modalità definite dalle specifiche  circolari  del  Ministero  della

Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità;

Nelle stazioni, negli aeroporti,  nei  porti  e  sui  mezzi  di trasporto a lunga  percorrenza  è necessario  installare  dispenser contenenti soluzioni disinfettanti ad uso dei passeggeri.

 E' necessario incentivare la vendita di biglietti  con  sistemi  telematici. Altrimenti, la vendita dei  biglietti  va  effettuata  in modo da osservare tra i  passeggeri  la  distanza  interpersonale  di almeno un metro. Nei casi in cui  non  fosse  possibile  il  rispetto della  predetta  distanza,  i  passeggeri  dovranno  necessariamente fornirsi di apposite protezioni individuali (es. mascherine).

Nelle stazioni  o  nei  luoghi  di  vendita  dei  biglietti  è opportuno installare punti vendita, anche  mediante  distributori  di dispositivi di sicurezza.

Previsione di misure per la gestione  dei  passeggeri  e  degli operatori nel caso in cui  sia  accertata  una temperatura  corporea superiore a 37,5° C.

Adozione di sistemi di  informazione  e  di  divulgazione,  nei luoghi  di  transito  dell'utenza,  relativi  al  corretto  uso   dei dispositivi di protezione individuale, nonché sui comportamenti  che la stessa utenza è obbligata a tenere  all'interno  delle  stazioni, degli aeroporti , dei porti , e dei luoghi di attesa, nella  fase  di salita e discesa dal  mezzo  di  trasporto  e  durante  il  trasporto medesimo.

Adozione  di  interventi   gestionali,   ove   necessari,   di contingentamento degli accessi alle stazioni, agli  aeroporti,  e  ai porti al fine di evitare affollamenti e ogni possibile  occasione  di contatto, garantendo il rispetto della distanza interpersonale minima di un metro.

Adozione di  misure  organizzative  ,  con  predisposizione  di specifici piani operativi,  finalizzati  a  limitare  nella  fase  di salita e  di  discesa  dal  mezzo  di  trasporto,  negli  spostamenti all'interno delle stazioni, degli aeroporti e dei porti,  nelle  aree destinate alla sosta dei passeggeri e durante l'attesa del  mezzo  di trasporto,  ogni  possibile  occasione  di  contatto,  garantendo  il rispetto della distanza interpersonale minima di un metro.

Raccomandazioni  per  tutti  gli  utenti  dei  servizi  di  trasporto pubblico:

Non usare il trasporto pubblico se  hai  sintomi  di  infezioni  respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore);

Acquistare, ove possibile, i biglietti in formato  elettronico, on line o tramite app;

Seguire la segnaletica e i percorsi indicati all'interno  delle stazioni o alle fermate mantenendo sempre la distanza  di  almeno  un metro dalle altre persone;

Utilizzare le porte di accesso ai mezzi indicate per la  salita e la  discesa,  rispettando  sempre  la  distanza  interpersonale  di sicurezza di un metro;

Sedersi solo nei posti consentiti mantenendo il  distanziamento dagli altri occupanti;

Evitare di avvicinarsi o di chiedere informazioni al conducente;

Nel corso del viaggio, igienizzare frequentemente  le  mani  ed evitare di toccarsi il viso;

Indossare necessariamente una mascherina, anche di stoffa,  per la protezione del naso e della bocca

 

SERVIZI DI TRASPORTO NON DI LINEA

Per quanto riguarda i servizi di trasporto non di linea, oltre alle previsioni di carattere generale per tutti  i  servizi  di  trasporto pubblico, va innanzi tutto evitato che il passeggero occupi il  posto disponibile vicino al conducente.

Sui  sedili  posteriori  nelle  ordinarie  vetture,  al   fine   di rispettare le distanze di sicurezza, non potranno essere trasportati, distanziati il più' possibile, più di due passeggeri qualora  muniti di idonei  dispositivi  individuali  di  sicurezza,  in  mancanza  di dispositivi potrà essere trasportato un solo passeggero.

Nelle vetture omologate per il trasporto di sei o  più  passeggeri dovranno essere replicati modelli che non prevedano  la  presenza  di più di due passeggeri per ogni fila di sedili, fermo restando  l'uso di mascherine. E' preferibile dotare le vetture di paratie divisorie.

Il  conducente   dovrà   indossare   dispositivi   di   protezione individuali.

Le presenti disposizioni per quanto applicabili vanno estese  anche ai natanti che svolgono servizi di trasporto non di linea.

Le presenti Linee guida sono automaticamente integrate o modificate in materia  di  tutela  sanitaria  sulla  base  delle  indicazioni  o determinazioni  assunte  dal   Ministero   della   Sanita   e   dall'Organizzazione  mondiale  della  sanità  (OMS)  in  relazione   alle modalità di contagio del COVID-19.